sabato 9 giugno 2018

LA SCOMPARSA DI STEPHANIE MAILER


Jesse Rosenberg, capitano della polizia a una settimana dalla pensione, viene avvicinato da una giornalista, Stephanie Mailer, che gli annuncia una sua grossolana svista in un caso di quadruplice omicidio (del sindaco della città di Orphea, della sua famiglia e di una ragazza che stava facendo jogging proprio fuori da casa delle vittime) da lui seguito 20 anni prima. Dopo qualche giorno da questa rivelazione la giornalista scompare...

Questo nuovo tomo di Joel Dicker conferma la bravura dell'autore per una narrazione scorrevole e per la sua capacità di tenere il lettore incollato alle pagine. Per quelli di voi che hanno letto il suo precedente successo editoriale, "La verità sul caso Harry Quebert", posso dirvi che la scrittura sembra più matura e la storia "prende" fin dalle prime pagine. 

I personaggi in questo libro sono veramente tanti, circa una trentina, tutti con qualche piccolo scheletro nell'armadio, e a molti di loro l'autore affida la narrazione della storia. Dicker in questo libro si rivela un ottimo burattinaio: fa comparire personaggi, man mano che avanzi con la storia, che all'apparenza non hanno legami fra loro... 

Il libro è pieno di colpi di scena... ogni capitolo finisce con un piccolo particolare rilevato che aggiunge suspance alla storia riuscendo sempre a mantenere un bel ritmo.

Anche per questo romanzo ci sono salti temporali e ed ecco una risposta dello stesso Dicker che, alla domanda di una giornalista sul motivo per cui ha così grande importanza il passato nei suoi romanzi, afferma: «Credo che il passato sia indispensabile a vivere il presente. Il passato è l’insieme degli elementi costitutivi di un personaggio. Un personaggio esiste nel presente di un libro perché è esistito prima, o ha vissuto esperienze che l’hanno formato. Quindi per me è molto importante esplorare il passato dei miei personaggi».

Non si può negare che non sia scritto a regola d'arte. Forse non è un giallo "leggero" ma, al contrario ci fa lavorare le "celluline grigie" (cfr. Poirot) riempiendole di personaggi, intrighi e piccole verità svelate al momento giusto, per arrivare alla conclusione del caso.













mercoledì 23 maggio 2018

C'È SPAZIO PER TUTTI di Leo Ortolani


"Voglio fare l'astronauta!". Gli occhi dei bambini brillano, quando rispondono alla domanda "Cosa vuoi fare da grande?". L'esplorazione di mondi sconosciuti ha sempre affascinato l'uomo nel corso di tutta la sua storia, e il nostro tempo ci offre la possibilità, grazie all'altissima tecnologia sviluppata dalle agenzie spaziali, di fare i primi passi verso le immensità siderali.
Leo Ortolani, un gigante del fumetto italiano, catapulta Rat-Man, il suo personaggio più amato e divertente, sulla stazione spaziale internazionale, accompagnato dall'astronauta Rover (sotto il cui tratto si nasconde Paolo Nespoli, il veterano pioniere della nostra Agenzia Spaziale Italiana). Nel volume, Ortolani alterna l'inedita storia dello strampalato ratto-supereroe con la storia dell'esplorazione dello spazio, partita fin dalla fine degli anni '40, raccontandone gli episodi con il suo consueto irriverente umorismo.
Gli innumerevoli fan di Rat-Man rimarranno certamente soddisfatti da questo progetto, edito da Panini Comics e realizzato in collaborazione con ASI (Agenzia Spaziale Italiana) ed ESA (European Space Agency).

C'è spazio per tutti di Leo Ortolani - Panini Comics - € 24,00

giovedì 10 maggio 2018

VITTORIA di Barbara Fiorio


Se volessimo racchiudere in poche e semplici parole il nuovo romanzo di Barbara Fiorio: "Vittoria, quarantasei anni, genovese, mollata dal fidanzato". La trama all'apparenza potrebbe sembrare banale ma di banale questo romanzo non ha niente. 
La nuova vicenda che la bravissima scrittrice di "Qualcosa di vero" ci propone è la storia di una donna genovese che viene piantata dal compagno, un uomo problematico e immaturo, ed è costretta a rimboccarsi le maniche e ricostruire la propria vita ripartendo da se stessa. Un percorso doloroso e non facile, in cui  emergono tutte le fragilità che l'abbandono provoca, soprattutto la difficoltà a credere ancora nelle proprie capacità e nella propria forza.
Una ripresa resa possibile anche da un piccolo gruppo di amici con la loro presenza, a volte ingombrante, e con il loro affetto. 
Vittoria è il classico esempio di come, quando ne hai la necessità, ti accorgi del mondo intorno a te; lo spietato mondo del lavoro, la realtà patinata e finta dei social, la solitudine che molte persone subiscono nonostante abbiano una vita piena.
Comunque non temete... sono tutti temi affrontati con quel pizzico di umorismo che contraddistingue l'autrice. 
Vittoria si butta, spinta dalle amiche e dalle esigenze pratiche, in una nuova avventura lavorativa con molto scetticismo, ma ben presto, la sua creatività e il suo "io" sapranno reinventare questo lavoro. Attraverso l'ascolto degli altri, dei loro problemi, Vittoria riuscirà anche a guarire le sue ferite.
Un plauso a Barbara Fiorio perché riesce a trasformare una semplice storia in un romanzo delicato e divertente, che ti tiene incollato alle pagine con parole appropriate senza bisogno di ricorrere a volgarità, sesso e violenza, un autrice che fa apprezzare il semplice e il bello. 

Vittoria di Barbara Fiorio - Feltrinelli - 15€


ARIA MORTALE di Alfred Meyers


Le primedonne sono fastidiose per definizione, se aggiungiamo poi un gruppo di persone di entourage che nascondono inquietanti segreti il mix si fa esplosivo!

Un giallo ambientato nel mondo della lirica veramente molto carino. Nella prima parte l'autore ci fa gustare ciò che c'è dietro alla preparazione di un'opera lirica; la soprano di grido ma insopportabile ritorna a calcare le scene e viene accompagnata da un poco probabile gruppo di persone che la odiano. 
La storia vera e propria inizia quando tutta la comitiva, su insistenze della Soprano, si reca su un'isola deserta in una sorta di pellegrinaggio sentimentale. L'ambientazione presenta tutti i caratteri tipici di una situazione spettrale: un castello abbandonato, la mancanza di viveri, l'isolamento forzato, la tormenta di neve... e in tutto questo, avviene un orrendo delitto.
L'autore affida quindi le indagini sull'omicidio al giovane tenore, che condurrà il lettore, attraverso una serie di deduzioni logiche, alla scoperta del colpevole.
Un altro libro piacevole della bella collana I BASSOTTI.

Aria mortale di Alfred Meyers, Polillo Editore, €16.40

giovedì 3 maggio 2018

Incontri di Maggio


Buongiorno a tutti!

Ecco i nostri appuntamenti per il mese di maggio:


Sabato 12, ore 17.00
in Biblioteca Civica a Desio:
Barbara Fiorio
presenta il suo nuovo libro
"Vittoria"
(Feltrinelli)



Venerdì 18, ore 20.45
in collaborazione con PerCorsi
in Sala Pertini
LA FISICA DI INTERSTELLAR
con Luca Perri
Di seguito la modalità per iscriversi:
https://www.facebook.com/events/2050155265241528/



Sabato 19, ore 10.30
in collaborazione con Krisalide
in libreria
DSA DISTURBI DELL'APPRENDIMENTO
Un incontro per approfondire e condividere le proprie esperienze.
Condurranno l'incontro:
Dott.ssa Simona Moriconi - psicologa ed esperta in neuropsicologia
Dott.ssa Orietta Huaman - psicologa e psicoterapeuta
Ingresso gratuito su prenotazione.


Intervenite numerosi!

domenica 29 aprile 2018

BLACKSAD di Juan Díaz Canales e Juanjo Guarnido


Immaginate i fumetti Disney, popolati di animali antropomorfi: topi, paperi, cani, eccetera. Poi prendete i vecchi gialli e noir (come i libri di Mickey Spillane o, meglio ancora, le opere di Raymond Chandler con il suo Philip Marlowe) e frullate tutto in un superfumettone d'autore splendidamente disegnato, meravigliosamente colorato e magistralmente scritto. Otterrete Blacksad, appena pubblicato da Rizzoli Lizard nella sua versione integrale, ad opera di Juan Díaz Canales (sceneggiatura) e Juanjo Guarnido (disegni).
Blacksad è un gatto. Nero. Ma è anche un investigatore privato, di quelli vecchio stampo: un tenebroso solitario colmo di cinismo e sarcasmo, con l'impermeabile, la sigaretta che pende dalle labbra, un passato tormentato, e tutto il fascino del duro dal cuore tenero. Come ogni investigatore hard-boiled che si rispetti, è sempre al verde, ha pochissimi ma fidati amici, fa colpo sulle belle donne e non sopporta i soprusi e le ingiustizie. Ovviamente un personaggio del genere non può che attirare guai come il miele con le mosche: omicidi, delitti, ingarbugliate indagini su casi scabrosi, rapimenti e complotti, risse nei locali malfamati e svariati "attriti" con poliziotti e FBI sono il suo pane quotidiano.
Ciò che rende unici i cinque episodi contenuti nel volume, è l'azzeccatissima e geniale caratterizzazione dei personaggi. È straordinaria soprattutto l'oculata scelta delle specie animali usate per impersonare i vari "attori". Chi meglio di una volpe, per esempio, poteva rappresentare il giornalista scaltro e ficcanaso? Oppure: poteva un capo della polizia locale, esponente di una sorta di Ku Klux Klan, essere interpretato meglio da qualche animale che non fosse un possente orso polare? E poi tutti i personaggi minori, le comparse: un grasso maiale con la canotta unta e bisunta è il barista di una sordida bettola, un gorilla il pugile, un vecchio gufo il professore, una lucertola il sicario, e così via, ognuno con le proprie mimiche realistiche ed estremamente espressive.
Anche se gli animali hanno avuto un ruolo privilegiato nell'interpretare le storie per l'infanzia (vedi i racconti illustrati di Beatrix Potter, Tony Wolf, Richard Scurry, fino al già citato Disney), Blacksad non è certamente un fumetto per bambini: tematiche, situazioni e riferimenti saranno certamente apprezzati dai lettori amanti di storie cruente e di intricati thriller, oltre che dagli intenditori di illustrazione.

Blacksad di Juan Díaz Canales e Juanjo Guarnido - Rizzoli Lizard - pagg. 275 - € 49,00

sabato 27 gennaio 2018

ARABESQUE di Alessia Gazzola


Nuova vita per Alice Allevi, ora Specialista in Medicina Legale. Viene contattata da un Magistrato che le affida un caso di omicidio: un ex ballerina e proprietaria di una scuola di danza. Come al solito, Alice metterà tutta se stessa nella ricerca del colpevole.

Un altro capitolo della vita di Alice ci viene proposto dalla bravissima Alessia Gazzola, i cui romanzi crescono con il suo personaggio. Alice ora si deve lanciare nel mondo del lavoro, è costretta ad uscire dal bozzolo che si era creata all'interno dell'Istituto di Medicina Legale. Il romanzo si sviluppa su due filoni: l'indagine e l'aspetto umano e psicologico, che nel susseguirsi delle pagine si fondono in un armonia di colpi di scena. 
Anche in questo nuovo libro la nostra simpatica protagonista riuscirà a risolvere il caso con quel misto di sensibilità, caparbietà e "impiccioneria" che la contraddistinguono. 
Un plauso va alla scrittrice che con il suo stile fresco e divertente riesce, come di consueto, a far apprezzare ogni storia come se fosse la prima, senza cadere nello scontato o nel banale, regalando al lettore ore piacevoli.

Arabesque di Alessia Gazzola - Longanesi - pagg 352 - €17.60